Domenica 12 Settembre, presso il 2° Stormo di Rivolto (Udine), alla presenza del Ministro della Difesa, on. Ignazio La Russa, si sono concluse
le celebrazioni per il 50° Anniversario della ‘Frecce Tricolori’. Una manifestazione di due giorni... realizzata grazie anche alle collaborazioni e al
supporto forniti dalla Regione Friuli Venezia Giulia, da aziende e da imprenditori... che ha visto oltre 450.000 spettatori a conferma del grande
affetto dell’Italia, nei confronti della Pattuglia Acrobatica Nazionale.
Otto pattuglie acrobatiche e velivoli dell’Aeronautica Militare hanno dato vita, in due giornate, ad oltre 14 ore di spettacolo in volo.
Una manifestazione aerea che ha visto impegnati oltre 1.500 uomini e donne dell’Aeronautica Militare, oltre 1000 agenti delle Forze dell’Ordine
(tra Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Guardia Forestale, Polizia Provinciale di Udine e Polizie Municipali), 1.300 uomini e donne
della Protezione Civile, circa 60 operatori del 118 e 300 della Croce Rossa Italiana.
Una grande macchina organizzativa che ha gestito con successo l’afflusso, la presenza e il deflusso delle centinaia di migliaia di partecipanti
permettendo altresì alla Forza Armata, di accrescere la propria capacità di cooperazione con altre Istituzioni in attività così complesse.
Alla manifestazione erano presenti il Ministro della Difesa, On.le Ignazio La Russa, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Vincenzo
Camporini, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Giuseppe Bernardis, numerose Autorità militari,
civili e religiose, nonché 500 tra giornalisti, operatori video e fotografi.
Grande anche il successo della raccolta fondi, a favore dell’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro (AIRC), Istituzione alla quale l’Aeronautica
Militare ha voluto essere al fianco. E’ infatti tradizione della Forza Armata legare i suoi eventi aperti al pubblico ad attività di utilità sociale e in
questa occasione sono stati raccolti fondi che saranno utilizzati per sostenere la ricerca sul cancro e, in particolare, il percorso di formazione
dei più promettenti giovani ricercatori.
Anche gli ascolti RAI del programma 'Azzurro Tricolore' dedicato alla diretta dell'evento hanno registrato percentuali di ascolto elevate con uno
share del 24,54% nella fascia della mattina (dalle ore 9 alle 10) e con il 15,85% complessivo in quella pomeridiana (dalle 16,40 alle 18,40).
50 anni di storia delle Frecce Tricolori significano 50 anni di valori dell’Aeronautica Militare portati tra la gente.
L’abbraccio delle centinaia di migliaia di persone, che sono venute a Rivolto da tutta Italia e da ogni parte del mondo, è la dimostrazione della
condivisione degli ideali e della passione italiana per il volo. 


E’ passato mezzo secolo, da quando lo Stato Maggiore dell’Aeronautica, individuò nella pattuglia della  4ª Aerobrigata “Cavallino Rampante"
il nucleo originario dal quale, sarebbe nato il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico - Pattuglia Acrobatica Nazionale “Frecce Tricolori”.
In quel lontano 1960, il “Cavallino Rampante”, ricopriva il ruolo di pattuglia di riserva, del team titolare dei “Getti Tonanti” della 5ª Aerobrigata
nel rispetto della pratica, di affidare a turno ai reparti da caccia dell’Aeronautica, la responsabilità di preparare una rappresentativa acrobatica.
Gli F-86E Sabre, erano i velivoli utilizzati nelle prime esibizioni del nuovo reparto, appartenenti a quei caccia della serie “80” che hanno svolto
un ruolo chiave, negli anni difficili ma esaltanti della ricostruzione della nostra forza aerea.

L’Aeronautica Militare ha ricordato quest’anno, la storia delle 50 stagioni acrobatiche delle Frecce Tricolori e ha organizzato per l’occasione, una
grande manifestazione aerea l’11 e 12 settembre 2010 presso l’Aeroporto Militare di Rivolto (Udine). Hanno partecipato le più importanti pattuglie
acrobatiche militari del mondo, da sempre vicine alla Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN), tra le quali le ‘Red Arrows’ (Royal Air Force Acrobatic
Team), la  Patrouille de France, la  ‘Patrulla Aguila’ e la  ‘Patrouille Suisse’.  E' stata pure allestita, una mostra statica che vedeva velivoli storici,
aerei militari delle Forze Armate italiane e aerei civili.
L’Aeronautica Militare lega i suoi eventi aperti al pubblico ad attività di utilità sociale e in questa occasione ha scelto di essere al fianco della
Associazione Italiana Ricerca sul Cancro (AIRC). Infatti, ha messo a disposizione del pubblico, dei gadget, il cui ricavato andava a sostenere la ricerca
sul cancro e, in particolare, il percorso di formazione dei più promettenti giovani ricercatori.
La ricorrenza del ‘50°’ della PAN è stata l’occasione per tutta l’Aeronautica Militare, di condividere valori e passione del volo.
La Pattuglia Acrobatica Nazionale è infatti una tessera del più ampio mosaico, composto da tutte le realtà operative della Forza Armata, che ha come
compito principale, insieme con le altre Forze Armate, la difesa e la sicurezza del territorio nazionale, nonché quello di dare apporto fondamentale alle
missioni fuori dei confini nazionali.

L’acrobazia aerea, nacque, in Italia, ad opera del colonnello Rino Corso Fougier che nel 1930, a Campoformido, costituì la prima pattuglia acrobatica,
la Pattuglia Folle montata su biplani CR.20 che, sin dal suo esordio, fece subito storia.
Dopo anni di successi in Europa, manifestazioni aeree di Budapest e di Berlino, e in Sud America, in Argentina, la Seconda Guerra Mondiale chiuse
per un decennio l’attività acrobatica che riprese nel 1950 con la pattuglia del Cavallino Rampante, costituita con quattro velivoli DH.100 Vampire della
4^ Aerobrigata
In quegli anni, la ridondanza di velivoli in carico alle Aerobrigate permise la costituzione di una pattuglia acrobatica d’anno e di una in addestramento
per l’anno successivo. Nell’arco di nove anni si succedettero le pattuglie dei Lanceri Neri, delle Tigri Bianche,dei Getti Tonanti, dei Diavoli Rossi, fino
al 1959 quando lo Stato Maggiore decise di costituire una pattuglia acrobatica nazionale permanente, le Frecce Tricolori, nell’ambito del 313° Gruppo
Acrobatico con sede a Rivolto del Friuli. Da allora le Frecce Tricolori sono state equipaggiate prima con gli F-86 Sabre, poi con i FIAT G.91 PAN e
attualmente con gli MB-339PAN.
Giovedì 2 Giovedì 2 Settembre alle ore 11, presso la Casa dell’Aviatore di Roma (Viale dell’Università, 20), alla presenza del Capo di Stato
Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Giuseppe Bernardis, sono state  illustrate alla stampa, le attività per le celebrazioni
del 50° Anniversario della Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) ‘Frecce Tricolori’, organizzato per l’11 e 12 Settembre a Rivolto (Udine), oltre ad
una serie di iniziative collaterali.
Alla conferenza stampa, hanno partecipato, il Comandante della PAN, Tenente Colonnello Marco Lant, il Presidente del Comitato AIRC (Associazione
Italiana Ricerca sul Cancro) del Friuli Venezia Giulia, Sergio Gelmi Di Caporiacco, che ha descriitto le attività di solidarietà congiunte all'evento, il
rappresentante della Regione Friuli Venezia Giulia, Luca Ciriani, ed un delegato RAI per la diretta televisiva dell’evento, prodotta da RaiSport.
Durante la conferenza stampa, e stato presentato il Volume ‘Frecce Tricolori - Un volo lungo cinquant’anni’, pubblicazione ufficiale dell’Aeronautica
Militare edita dalla De Agostini in collaborazione con la Aviator Edizioni e con il coordinamento della Rivista Aeronautica.

E' stata inoltre proiettata, un’anteprima del filmato inedito sulle Frecce Tricolori, interamente realizzato dal Centro Produzione Audiovisivi - ‘Troupe
Azzurra’ del V Reparto dello Stato Maggiore Aeronautica, con la voce narrante dell’attore Luca Ward, per la prima volta anche in Blu-Ray, le cui
immagini mozzafiato sono state girate in alta definizione sia a terra che in volo e disponibili in un cofanetto contenente entrambe le versioni
(Blu-Ray e DVD). Tale prodotto oltre al filmato principale contiene anche nove videoclip descrittive delle varie attività della PAN (manutenzione,
aspetti tecnici e descrizione del gruppo di volo), tra le quali il volo del solista dall’interno dell’abitacolo e la possibilità di visualizzare le manovre
acrobatiche ricostruite in modalità virtuale.
E' stata anche illustrata, l’opera a fascicoli realizzata in collaborazione con la RCS, sulla storia dell’Aeronautica Militare che comprenderà per ognuno,
oltre ad un inserto illustrato dedicato ai velivoli e alle imprese belliche e civili della Forza Armata, una scheda con l’approfondimento tecnico ed un
modellino del velivolo a cui si riferisce che, in occasione della prima uscita, è stata dedicata al MB-339 PAN.
E' stato distribuito il fascicolo n. 4/2010 della Rivista Aeronautica’, per metà dedicato al 50° Anniversario, con interviste al Comandante della PAN
ed al Comandante del 2° Stormo di Rivolto, nonché tutta una serie di informazioni, anche pratiche, sulle due giornate.
Per l’evento è stato istituito un apposito sito web (http://www.aeronautica.difesa.it/PAN50) dove si possono già ‘visitare’ le sezioni con tutte le
informazioni di immediata utilità per il pubblico e per la stampa. Sempre sul sito, era visibile, per chi non ha potuto essere presente a Rivolto,
la diretta internet, nonché il magazine on-line ‘Cronache dal campo’, realizzato in tempo reale dalla Rivista Aeronautica presente con la sua redazione
nella base aerea. A Rivolto è stato inoltre distribuito a tutti gli appassionati, un numero speciale di “Airplanes – The Italian Aviation Magazine”.
I giornalisti interessati all’accredito stampa, hanno dovuto contattare l’Ufficio Pubblica  Informazione dell’Aeronautica Militare al tel. 06.4986.6132,
o inviare un fax allo 06.4986.4341 o un’email a stampa@aeronautica.difesa.it.


1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
Essendo io... impegnato nelle riprese video, per una televisione locale di
Civitavecchia (che sì può vedere subito quì sotto, sintetizzato in una clip)
il servizio fotografico della manifestazione, mi è stato gentilmente fornito
dalla Bellini Studios ...ovvero, da mia figlia Sabrina, che...proprio in queste 
circostanze alquanto impegnative, è coadiuvata nel compito d fotoreporter
...da tutta la famiglia al completo!!!
Armati fino ai denti di macchine fotografiche e teleobbiettivi all'avanguardia
non sfugge loro... neppure l'attimo fuggente!!! Risultato?... giudicate voi...
 
Servizio fotografico della  BELLINI STUDIOS...quì in action!
STATO MAGGIORE DELL’AERONAUTICA
Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore
          Ufficio Pubblica Informazione


   Torna sù
Tutte le informazioni, sono state rilasciate, dall'Ufficio Pubblica Informazione dello Stato Maggiore Aeronautica