Non avete mai visitato Burano?... fatelo appena
possibile... non ve ne pentirete per niente!
Ovviamente, vi converrà farlo quando la stagione
sarà meno avara di giornate soleggiate, perchè
sono proprio i colori che dominano sull'isola che
devolo essere esaltati dal sole.
Sicuramente l'Isola di Burano, è la più variopinta
fra il gruppo di isole comprese nella laguna veneta.
Composta da quattro isolotti, collegati tra di loro
da ponticelli, Burano conta circa 3500 abitanti e le
principali attività sono la pesca, la cantieristica
(barche) e lavorazione dei merletti.
Girando per l'isola, non è inprobabile vedere donne
sedute fuori dalle proprie case, impegnate nella
lavorazione di questi famosi pizzi, che rimangono
parte dell'attrazione turistica dell'isola e dei quali
esiste pure un museo del merletto di Burano.
Comunque... la caratteristica principale di Burano,
rimane la vivacità dei colori, con i quali vengono
dipinte le case dell'isola.
Fra le ipotesi fatte su questa scelta (ovviamente
condivisa pure dagli abitanti) quella più credibile
sembra sia motivata nella stagione invernale che
spesso, avvolge nella nebbia, tutta l'isola di Burano,
e pertanto, ogni pescatore, quando alla sera rientra
dal proprio lavoro, possa facilmente riconoscere la
propria casa a distanza.
Burano si trova a circa 9 km a Nord di Venezia e
ovviamente sull'isola, ci si arriva con il battello,
infatti, sono molte le linee di navigazione, pubbliche
e private, che la collegano con Venezia, ma anche
con il lato opposto, ossia Treporti e Punta Sabbioni
Dal lato fotografico, Burano, proprio per i multicolori
che lo caratterizzano...è sicuramente ben apprezzata
dagli amanti della fotografia, anche se i nostalgici
del bianco e nero...rimarranno sicuramente delusi...
Sicuramente, una cosa è certa...chiunque sbarchi 
sull'Isola di Burano, troverà la sensazione di un
mondo irreale, dove l'impressione sarà quella di un
tempo fermo in un'era non ancora intaccata dal
logorio della vita moderna...(proprio come ripete, lo
slogan di un famoso digestivo) e tutte le malinconie...
siatene certi...per qualche ora verranno dimenticate.
Ma Burano, ha un'altra caratteristica, che la si nota
subito, quando ancora si è a distanza dall'isola e che
per un'attimo, fà pensare di aver le traveggole... è il
campanile della chiesa di San Martino (il patrono
dell'isola), che nel tempo, ha assunto una posizione...
da fare invidia alla ben più nota torre di Pisa.
Infatti, la pendenza che ha assunto è inpressionante
Ovviamente... avranno già provveduto a mettere in
sicurezza il campanile, da possibili crolli...... credo!