CLICCA PER INGRANDIRE FOTO
Giovedì 10 Settembre 2009, presso l’aeroporto militare di Ghedi (Brescia), sede del 6° Stormo, ha avuto luogo la cerimonia del passaggio di consegne, al Comando del
102° Gruppo Volo tra il Ten.Col. Gianvito Gerardi, Comandante uscente ed il Magg. Massimiliano Pasqua, Comandante subentrante.
L’evento è stato presieduto dal Col. Francesco Vestito, comandante del 6° Stormo.

La cerimonia ufficiale del passaggio di consegne, che si è svolta sotto l'hangar del 102mo, è stata preceduta...come da consuetudine per questo tipo di cerimonie, da vari
sorvoli singoli e in formazione, di 6 velivoli Tornado, decollati a mezza mattina dalla base.
Molto simbolico, il distacco del velivolo del capoformazione, portato in volo dal comandante uscente, che con una rapida impennata, si è staccato dalla posizione di leader
della pattuglia, per cedere il proprio posto al nuovo comandante, che per l'anno seguente, dovrà coordinare il lavoro dei suoi...meravigliosi ragazzi...e non possiamo definire
diversamente, questi giovani, che avvalendosi delle proprie eccezionali doti fisiche, hanno scelto questo lavoro, che... richiederà loro tanto sacrificio, ma che ben presto,
saranno appagati, dalla grande soddisfazione e dalla consapevolezza di saper rendere docile, anche il ruggito aggressivo dei Tornado.

Ruolo primario del 102° Gruppo (pur partecipando con la propria forza, a tutte le missioni richieste) rimane l'attività addestrativa per i neo piloti e navigatori, qualificati per
volare con i Tornado.


           Passaggio di consegne al Comando
      del  102° GRUPPO VOLO 'PAPERI'
   6° Stormo - Ghedi (Bs) - 10 Settembre 2009

        

           Passaggio di consegne al Comando
      del  102° GRUPPO VOLO 'PAPERI'
   6° Stormo - Ghedi (Bs) - 10 Settembre 2009

        

FOTOGALLERY 1
FOTOGALLERY 2
FOTOGALLERY 3
FOTOGALLERY 4
FOTOGALLERY 5
FOTOGALLERY 6
Il 102° Gruppo della Regia Aeronautica nasce il 1° Maggio 1942 sotto il comando della prima Squadra Aerea  presso l'aeroporto di Lonate Pozzolo (PA).
Il Gruppo, dislocato presso l'aeroporto di Gela prima e a Pantelleria poi, dà subito prova di sè in numerose azioni nei cieli di Mickabba e Tà Venezia
sull' isola di Malta, meritandosi, al termine della battaglia di Pantelleria (14-16 Giugno 1942), nove Medaglie d'Argento, cinque di Bronzo e diciasette croci al Merito.
I velivoli in dotazione in questo periodo sono i JU 87 "Stuka" ed in seguito il Reggiani 2002. Nel 1943 il Gruppo viene rischierato presso l'aeroporto di Manduria (Le),
da cui opera nei cieli di Grecia.
Dal Gennaio 1944 seguono i rischieramenti operativi presso Palata (Fg), Galatina (Le) ed altre basi pugliesi da dove i suoi velivoli effettuano numerose azioni in Albania
ed in Yugoslavia fino al termine del conflitto.
Nel decennio 1946-1956 il 102° Gruppo opera dagli aeroporti di Orio al Serio (Bg), Vicenza e Villafranca (Vr)  sui velivoli Macchi MC 205, Spitfire IX, F-47 Thunderbolt
e F84 Thunderjet e Thunderstreak.
Dal Luglio 1956 al settembre 1993 costituisce il nucleo operativo del 5° Stormo Caccia dell'Aeronautica Militare Italiana (A.M.I.) di stanza sull'aeroporto di Rimini (Fo)
e dal 1964 ha impiegato il velivolo F104 Starfighter sul quale vennero effettuate più di 100.000 ore di volo.
Con quest'ultimo velivolo il 102° Gruppo consegue, nel 1968 e nel 1971, il "Locheed Flight Safety Perpetual Award" per aver effettuato l'attività di volo annuale senza
alcun incidente.
Il 13 Settembre 1993 il Gruppo viene trasferito presso l'areobase di Ghedi (Bs) e riceve il primo esemplare del caccia bombardiere ognitempo PA200 "Tornado".
Da allora il 102° Gruppo ha partecipato a numerose missioni operative in tutto il mondo, ed in missioni di guerra nei cieli della Bosnia.
Nel Settembre del 1998 il Gruppo ha assunto il nuovo ruolo di Operative Conversion Unit; cioè si farà carico di addestrare i nuovi piloti e navigatori  usciti dalle scuole
di volo, all' utilizzo del Tornado come macchina da guerra.
Il 102° Gruppo è intitolato al Maggiore CENNI GIUSEPPE, pilota del 102° Gruppo "JU-87 "Stuka" e medaglia d'oro al  valor militare.
Nato il 27 febbraio 1915 a Casola Valsenio, sulle colline fra Imola e Faenza e deceduto il 4 settembre 1943 durante un'azione di guerra.
Oltre 750 ore di volo di guerra su un totale di 1460; 200 azioni belliche, due promozioni per meriti di guerra, una medaglia d'oro e sei d'argento al valore militare.
Il mattino del 4 settembre 1943, il Magg. Cenni , decolla per l'ultimo volo.alla testa di una formazione di 17 RE. 2002 scortati anche da alcuni  Macchi MC. 202 e 205.
Dopo aver effettuato lo sgancio delle bombe al largo di Reggio Calabria ,  dove si ammassano i mezzi da sbarco inglese e canadesi, i velivoli italiani vengono attaccati
dagli "Spitfire".  L'aereo di Cenni, colpito, precipita senza che il pilota possa lanciarsi. Mancavano 4 giorni all'armistizio.
  Storia del 102° Gruppo
1
2
3
4
5
6
1     2     3     4     5     6